Crisi, rito e malattia

L’emersione della malattia, qualunque forma energetica assuma (conflitto, ansia,insonnia, blocco, febbre, massa, infiammazione, ….), può essere intesa come un rito di passaggio. Impone infatti alla coscienza una necessità di ridefinire i confini tra sè e la collettività, e di entrare in una nuova fase che implica passaggi e lasciti.

images

 

Quando si inizia ad amare anche la morte e la malattia, sopraggiunge l’amore per se e quindi la forza e il coraggio per manifestare l’energia creativa.

Zaira Cestari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *