Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo: conoscere i sintomi, le cause e i rimedi per il disturbo ossessivo-compulsivo

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo: conoscere i sintomi, le cause e i rimedi per il disturbo ossessivo-compulsivo

Hai bisogno d'aiuto? Chiedi una consulenza in psicoterapia sul disturbo ossessivo compulsivo a Pisa

Se ritieni di avere un disturbo ossessivo-compulsivo non aver timore di chiedere aiuto ad un professionista che possa aiutarti ad affrontare e curare il disturbo ossessivo-compulsivo. Svolgo la mia attività clinica come psicologo e psicoterapeuta a Pisa, per richiedere una consulenza di psicoterapia sul disturbo ossessivo compulsivo a Pisa puoi contattarmi compilando il seguente.form

Cos'è il disturbo ossessivo-compulsivo?

Il disturbo ossessivo compulsivo è caratterizzato è caratterizzato dalla presenza di ossessioni e/o compulsioni. Le ossessioni sono pensieri, impulsi, o immagini ricorrenti e persistenti che sono vissute dall'individuo come indesiderate, le compulsioni invece sono comportamenti e/o azioni mentali perennemente reiterate che l'individuo si sente costretto a ripetere, come fossero delle regole e dogmi da applicare rigidamente. I disturbi ossessivo-compulsivi differiscono dalle normali preoccupazioni e rituali dello sviluppo poichè essi sono eccessivi e persistono oltre gli appropriati periodi evolutivi dell'individuo.

I Sintomi

Come accorgersi di avere un disturbo ossessivo-compulsivo?

I principali sintomi che caratterizzano il disturbo ossessivo-compulsivo sono ossessioni e compulsioni, di varia natura, ripetivi e persistenti. Le ossessioni non vengono vissute come piacevoli, l'individuo cerca di ignorarle o sopprimerle, spesso con scarsi esiti. Le compulsioni invece vengono messe in atto in maniera rigida e dogmatica, come se l'individuo fosse obbligato e non potesse fare altrimenti se non seguire le regole da lui stesso imposte. Esse di solito vengono messe in atto in risposta ad un'ossessione (es: pensieri di contaminazione), tuttavia queste contaminazioni non sono collegate realisticamente rispetto all'evento temuto ma sono eccessive e non funzionali. Di seguito elencati alcuni sintomi e comportamenti tipici da chi è affetto da disturbi ossessivo-compulsivi.

  • Ossessioni e compulsioni inerenti il controllo, eccessiva e reiterata prudenza
  • Ossessioni pure aventi come oggetto comportamenti indesiderati e inaccettabili (aggredire qualcuno, compiere azioni violente, uccidere, tradire, condotte sessuali perverse ecc...)
  • Ossessioni superstiziose
  • Manie d'ordine e simmetria
  • Ossessioni di accumulo/
    accapparramento

Scacciare i pensieri negativi ricorrenti?

Spesso di fronte a pensieri negativi reiterati l'individuo, poichè prova una spiacevole sensazione causata dai pensieri intrusivi, spesso inaccettabili e indesiderati, tende a cacciare via i suddetti pensieri ignorandoli o cercando di eliminarli nella speranza che essi non facciano più capolino tra i meandri della mente. Purtroppo però allontanare i pensieri negativi spesso sortisce l'effetto contrario poichè li rinforza facendo mettere loro radici profondo. La soluzione migliore quando essi si presentano alla coscienza è l'osservazione, scevra da giudizi di natura morale e sociale, accettarne la presenza e la confusione che essi generano. Attraverso uno sguardo distaccato ma al tempo stesso partecipe possiamo indagare nel profondo le reali cause, non quelle superficiali scoprendo le nostre esigenze interiori più profonde.

Cura per il disturbo ossessivo-compulsivo

Il disturbo ossessivo-compulsivo può essere davvero invalidante per il soggetto che ne è affetto ed affrontare il disagio con una figura specializzata, psichiatra, psicologo e/o psicoterapeuta, è fondamentale per evitare che le ossessioni e compulsioni si radichino profondamente nell'individuo rendendo l'attaccamento ad esse più; difficile da estirpare nel tempo. Riuscire ad osservare in profondità la forma e il contenuto delle ossessioni, e le emozioni che accompagnano tali contenuti, le rende meno potenti e stravolgenti. Un lavoro di questo tipo non ha lo scopo di gestire o eliminare il sintomo come in un percorso psichiatrico e di psicoterapia cognitivo-comportamentale, ma quello di gettare le basi per lo sviluppo di una personalità; più; completa, partendo proprio dall'accetazione di ciò; che si muove nelle ossessioni.

Risorse esterne sul disturbo ossessivo-compulsivo